Stefy: i miei primi sei mesi

Sono già passati sei mesi da quando sono stata selezioanta per questo progetto, sei mesi di emozioni altalenanti e discordanti,

  • partendo dalla consapevolezza di non essere in grado di correre neppure 3 km, all’euforia di riuscire a sostenerne 14,
  • dall’ansia per le continue magagne fisiche, alla gioia di essere supportata da tutti i miei compagni di avventura.

Se dovessi scegliere un aggettivo per definire tutto questo sceglierei gratitudine: siete finalmente riusciti a darmi un obiettivo e non importa se correrò per 30 o 42 Km, l’importante è che mi sto muovendo con costanza.

Il sentirmi parte di un gruppo è per me fondamentale, ci sono momenti in cui la voglia di stare a casa, tranquilla sul divano, è molto più forte di quella di uscire (tantissime volte sotto la pioggia), ma basta leggere le centinaia di messaggi che ci scambiamo su WhatsApp per trovare la motivazione e allenarmi.

Questo è sicuramente un fatto positivo, ma anche negativo, perché  alcune volte mi sento veramente inadeguata rispetto ad alcuni miei compagni che stanno facendo meraviglie e, tante volte, invece di essere uno sprono, il “non ce la posso fare” prende il sopravvento.

La corsa è uno sport individuale, ma sapere di potermi confrontare con qualcuno che sta vivendo le mie stesse emozioni mi è d’aiuto, per credere di più in me stessa e per riuscire a far sempre meglio.

Siamo un gruppo di 9 persone che si sono ritrovate a vivere un’esperienza tanto impegnativa quanto ricca di stimoli e di gioia nello stare insieme:

persone che, dopo sei mesi, mi viene spontaneo chiamare amici.

Michele ha condiviso con tutti noi la sua esperienza “dal divano alla corsa”, togliendo ore alla sua vita e alla sua famiglia per portare avanti un progetto in cui crede molto, incentrato sulla possibilità che tutti, ma proprio tutti, smettendo di darsi alibi siano in grado di correre: magari non una maratona intera, ma di cambiare stile di vita sicuramente sì.

Intorno a noi gravita un gruppo di professionisti che ci aiuta in questo lungo percorso:

  • Edoardo per la preparazione atletica,
  • Cristian con il suo esempio quotidiano di rara determinazione, in barba a tutto e a tutti,
  • Tasso e la sua capacità di correre su asfalto ed in mezzo ai boschi,
  • Massimiliano per seguirci con una dieta adeguata,

e tutte le altre persone che ci stanno vicine. Il nome del progetto racchiude tutto questo:

  • correre per stare meglio, per sentirsi meglio, per fare amicizia, per cambiare stile di vita.

Grazie.

Stefy

Non perdiamoci di vista!

Unisciti alla nostra community di runner su Facebook, o se credi nel nostro progetto tesserati con noi.

Acconsento al trattamento dei miei dati personali per ricevere comunicazioni via:

È possibile annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento nel piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, si prega di visitare la pagina dedicata.

Usiamo Mailchimp come piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, accetti che le tue informazioni saranno elaborate da loro. (Privacy)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.